finestre a risparmio energetico

Diventiamo ECO. Scegliamo finestre a risparmio energetico

blog | 03.08.2023

Gli infissi a risparmio energetico riducono le dispersioni termiche, generano il risparmio e garantiscono il comfort nelle giornate invernali. Come funzionano, di quale materiale sono fatte e in cosa si differenziano dalle finestre tradizionali? Perché le finestre a risparmio energetico sono di recente la scelta più diffusa? Controlliamo!

Le finestre a risparmio energetico: i parametri sono la base

Visivamente, le finestre a risparmio energetico non sono diverse dalle finestre standard. Ciò che fa la differenza, sono i parametri e - poco visibili, perché si trovano nei telai – gli elementi della costruzione dell'intera struttura.

Allora, da cosa sono caratterizzate le finestre a risparmio energetico?

La costruzione di finestre a risparmio energetico si basa su tre o quattro lastre di vetro - di solito ricoperte da un rivestimento speciale a bassa emissione, invece lo spazio tra di loro è riempito di gas. Negli spazi che separano i vetri ci sono i distanziatori. Il telaio della finestra è multicamera, rinforzato con la struttura in acciaio, dotato di doppia o tripla guarnizione.

UW - più importante è il coefficiente

Le finestre a risparmio energetico devono essere caratterizzate dal basso coefficiente di trasmittanza termica (Uw) espresso in W/(m2*K). Il valore di questo coefficiente determina quanto calore passa in un’ora attraverso 1 m2. Questo vale sia per il vetro che per il telaio. In generale l’Uw è formato dal coefficiente Ug (il coefficiente di trasmittanza termica attraverso il vetro) e Uf (il coefficiente di trasmittanza termica attraverso il telaio), che indicano quanto calore fuoriesce attraverso il vetrocamera e il telaio. Il valore Uw è inoltre influenzato da  altri fattori, tra cui l'uso di canalina calda (distanziatore termico Swisspacer) nel vetrocamera o di guarnizioni aggiuntive nei telai. Tuttavia, è importante il valore totale che determina chiaramente quale finestra è la più efficiente dal punto di vista energetico.

La normativa UE definisce con precisione il coefficiente Uw consigliato per le finestre a risparmio energetico. Pertanto, le finestre a risparmio energetico sono caratterizzate da un coefficiente della trasmittanza termica Uw con un valore massimo consentito di 0,9 W/m2K.


Una casa moderna con le finestre a risparmio energetico

Tre o quattro vetri invece di due

Le finestre con i doppi vetri sono attualmente lo standard economico, peròle finestre a risparmio energetico richiedono i vetri tripli o quadrupli.

Il triplo vetro

Il triplo vetro nelle finestre a risparmio energetico è composto da tre lastre di vetro collegate con i distanziatori; le due lastre esterna e interna hanno anche il rivestimento basso emissivo. È importante sottolineare che il  distanziatore è l'elemento base dell’unione dei vetri. Lo spazio tra i vetri è riempito con il 90% di gas argon e il 10% d’aria. Grazie a questo, le finestre a triplo vetro possono raggiungere Ug = 0,4 W/m²K.*

*Ug - il coefficiente di trasmittanza termica attraverso il vetro

Il vetrocamera a quattro vetri

Le finestre a risparmio energetico con il pacchetto a quattro vetri hanno i quattro vetri collegati con i distanziatori – le tre lastre di vetro hanno il rivestimento basso emissivo. Il gas nello spazio tra i vetri a seconda della scelta, è composto per il 90% da argon o cripton e per il 10% dall’aria. Nei vetri quadrupli è possibile ottenere il coefficiente di trasmittanza termica fino a Ug = 0,3 W/m²K.

Distanziatore termico

Grazie all'utilizzo del distanziatore termico, noto anche come la canalina calda, riduciamo la possibilità di conduzione del calore e riduciamo la formazione della condensa di vapore acqueo. Inoltre, la canalina calda non è solo la garanzia di minori dispersioni energetiche - prolunga anche la durata della finestra.

I telai ad alta efficienza energetica

Le finestre a risparmio energetico non dipendono solo dai vetri ma anche dai telai solidi e correttamente installati, che impediscono la formazione di ponti termici attraverso i quali il calore può fuoriuscire. La larghezza del profilo del telaio si traduce in un isolamento a risparmio energetico, e il montaggio eseguito in un modo improprio provoca la perdita di una notevole quantità di calore.

Le finestre ad alta efficienza energetica di Aikon Distribution

Il profilo in alluminio Aliplast Genesis 75

Aliplast Genesis 75 è un sistema di serramenti in alluminio a tre camere ad altissima tenuta sia in termini di permeabilità all'aria che di tenuta all'acqua.

Leggi di più su questo profilo:

GENESI ALIPLAST 75

Il profilo in legno Ecotherm

Il profilo Ecotherm è ideale per realizzare i serramenti in legno a risparmio energetico per l'edilizia passiva.

Leggi di più sul profilo in legno che consigliamo:

LE FINESTRE IN LEGNO ECOTHERM

Aluplast IDEAL 8000 in PVC

Le finestre in PVC basate sul profilo Aluplast ID 8000 sono caratterizzate da eccellenti parametri termici e acustici. Sono state create appositamente per le case passive.

Scopri di più:

ALUPLAST ID 8000

Riassumendo

Uno degli elementi più importanti che influisce sull'efficienza energetica degli edifici e degli appartamenti moderni sono i serramenti. Di solito sono le finestre  attraverso le quali fuoriesce la maggior parte del calore dalla stanza, quindi bisognerebbe investire nelle finestre a risparmio energetico che consentono un notevole risparmio nelle domestiche spese energetiche. Affinché le finestre a risparmio energetico svolgano il loro compito, è necessario installarle in modo corretto e professionale. Il montaggio dei serramenti deve essere affidato ai professionisti qualificati che svolgono il servizio a regola d’arte. La difficoltà sta nel fatto che il metodo di montaggio più appropriato è il cosiddetto montaggio a caldo.

Consiste nell'utilizzo di tre strati di tenuta che svolgono le funzioni rigorosamente definite.

Se stai per acquistare le finestre a risparmio energetico per la Tua casa e non sai quale profilo scegliere, contatta il nostro rappresentante di vendita che Ti aiuterà a prendere la decisione giusta.

CONTATTO

Leggi anche:

5 modi per creare una casa calda

Guarda tutte le voci

Guida agli stili architettonici: quali finestre per progettare la giungla urbana

Guida agli stili architettonici: quali finestre...

blog | 11.03.2024

Le piante esotiche in un vaso, le carte da parati verdi lussureggianti e i tessuti con i motivi vegetali o animali sono gli elementi caratteristici dell'arredamento in stile giungla...

Leggi de più
Come abbinare i serramenti con la facciata?

Come abbinare i serramenti con la facciata?

blog | 08.02.2024

A prima vista la facciata dell'edificio gioca un ruolo chiave. Per questo motivo la scelta adeguata dei serramenti per la facciata è un passo estremamente importante nel processo della...

Leggi de più
Cosa andrà di moda nella falegnameria nel 2024?

Cosa andrà di moda nella falegnameria nel 2024?

blog | 18.01.2024

Come sempre, seguiamo il mercato del settore con grande curiosità, quindi sappiamo già con esattezza quali saranno le tendenze della falegnameria per serramenti nel 2024 ! L'anno in...

Leggi de più
Il colore dell'anno 2024 secondo Pantone – Le finestre nella tonalità 13-10

Il colore dell'anno 2024 secondo Pantone...

blog | 10.01.2024

Nel mondo del design e dell'interior design, ogni anno si conclude con l'attesissimo annuncio del Pantone del Colore dell'Anno - il colore annunciato sarà il re del design per...

Leggi de più
Riepilogo dell’anno 2023

Riepilogo dell’anno 2023

blog | 08.01.2024

Lo scorso anno non è stato un periodo facile per il settore dei serramenti. Gli effetti del conflitto in Ucraina, dell'inflazione globale e dei successivi scontri in Medio Oriente hanno...

Leggi de più